PUNTO PIXEL nasce dalla necessità di avere uno spazio libero dove poter commentare e discutere diverse tematiche basate sulla creatività, per confrontarsi con artisti, creativi e persone interessate, uno spazio dove poter approfondire argomenti e citazioni.

NEWS

Benvenuto nel mio Blog!

domenica 3 agosto 2014

L'arte di esprimere un diritto

"We Want to Remember" è il manifesto di Zooppa per ricordare che "far conoscere le proprie idee a chiunque, condividerle, confrontarsi, migliorare, sperimentare, divertirsi e promuoversi come creativi, prima era impossibile. Oggi non solo è possibile, ma è solo l'inizio" (www.zooppa.com). Con Zooppa ho avuto il piacere di partecipare al contest dal titolo: "Luci sul Lavoro" per l'evento che si è svolto a Montepulciano nei giorni dal 10 al 12 Luglio 2014. Il tema del lavoro, tocca davvero tutti direttamente e indirettamente: durante l'evento ci sono state molte riflessioni in merito alla disoccupazione e la creatività sotto forma di cortometraggi e fotografie ha raggiunto davvero il cuore di questo tema. Questo è stato il mio video per esprimere il senso di un diritto. 


"Cache"


Musica: "After All" di Alexander Blue. (www.alexanderblu.com)
Video Montaggio e Suoni: "Scritta Cache", "Sound Page", "Sound Fire" (Katy Parreira)


Dopo aver realizzato il montaggio di alcuni articoli sui principi fondamentali della costituzione italiana relativi al lavoro ho visto e rivisto il video più volte, e mi sono soffermata un attimo sull' articolo 37. A questo proposito volevo fare con voi una riflessione su quest'articolo e sul diritto che viene espresso a proposito delle donne. L' articolo 37 dice: " La donna lavoratrice ha gli stessi diritti e, a parità di lavoro, le stesse retribuzioni che spettano al lavoratore. ...". 
Anche se l'articolo continua, mi sono fermata su queste righe con alcune domande e riflessioni, e forse anche qualche perplessità: mi chiedevo ad esempio perché fosse citato il termine "donna" nella costituzione.
Così ho pensato agli anni in cui è stata scritta: 1947. 
Forse in quegli anni bisognava specificare, distinguendo donne e uomini. 
Ma oggi? La donna è forse qualcosa di diverso dal lavoratore? 
Oggi una donna non è considerata anche un lavoratore?
In termini di diritti secondo voi il termine lavoratore è diverso dal termine lavoratrice?
I diritti non dovrebbero essere gli stessi e uguali per entrambi? Voi che ne pensate?
Che interpretazione date a quest'articolo?
L'articolo continua...dicendo che: "Le condizioni di lavoro devono consentire l'adempimento della sua essenziale funzione familiare e assicurare alla madre e al bambino una speciale adeguata protezione".
Ora mi viene da pensare: Perché al padre no? In quegli anni '40 forse solo le donne pensavano ai bambini, ma le cose oggi sono un po cambiate non vi pare? Anche ai padri dovrebbe essere assicurata la stessa protezione sia che vivano in una condizione di separazione o che vivano in una famiglia stabile. Il lavoro dovrebbe consentire ad entrambi la loro essenziale funzione familiare: sia per la madre che per  il padre. I diritti dovrebbero essere uguali per tutti. Forse la costituzione non può essere cambiata, però tenendo conto degli anni in cui è stata scritta, forse può essere interpretata cancellando dalla nostre menti alcune diversità. 
Sta di fatto che la "donna lavoratrice" o la "donna non lavoratrice" non dovrebbe esistere, e se vi è un diritto che primeggia lo è per tutti: ed è il lavoro, perché "l’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro" (art.1), e "riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro"(art.4). "Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione"(art.3). 
Tutti dovrebbero avere un lavoro, perché il lavoro è la dignità per ogni essere vivente uomo o donna che sia. Spero che questo video e la sua interpretazione possa contribuire ad esprimere al meglio questo diritto per recuperarlo nella "cache" della nostra memoria. Certo ci vuole un po di volontà per capire ed agire, ma ci vuole anche arte, l'arte di esprime un diritto. 


domenica 27 ottobre 2013

Akiyoshi Kitaoka


Vi chiederete, chi è Akiyoshi Kitaoka?
Akiyoshi Kitaoka è l'autore del disegno che trovate nel video Optical Illusion pubblicato il 10 Ottobre 2013 su You Tube ( http://www.youtube.com/watch?v=1KrboUI1hg8 )
Akiyoshi Kitaoka è Professore del Dipartimento di Psicologia, Università Ritsumeikan, Kyoto, Giappone e si occupa dello studio della percezione visiva, autore di veri e propri capolavori d'illusione ottica, oltre che di trompe l'oeil e 3D.
 Si è occupato da anni di questo studio , ed è interessante vedere le sue opere nel suo libro http://www.psy.ritsumei.ac.jp/~akitaoka/TEGNe.html
Il sito Ritsumei riporta alcuni dei suoi capolavori e sono tutti davvero eccezionali. (http://www.ritsumei.ac.jp/kic/~akitaoka/index-e.html)
Se non mi crede andate a vedere, però come dice simpaticamente il sito: "Attenzione: Queste pagine contengono alcune opere d'illusione di movimento anomalo, che potrebbero provocare strani effetti. In caso di vertigini, è meglio lasciare immediatamente la pagina".
Se attraverso il disegno si cerca di capire la mente umana allo stesso modo si cerca di capirne il comportamento, ma non solo umano, anche degli animali.
Molly in una parte del video cerca di raccogliere con la zampa l'immagine, che vede nel foglio. Possibile che ne abbia una visione tridimensionale?
Oppure vede semplicemente muovere l'immagine?
Tempo fà scrissi un articolo (http://www.parreirakaty.it/ricerche/49-curiosita/78-il-gatto-e-i-colori.html) sulla visione del "gatto e i colori". Grazie all’impegno di molti ricercatori e di studi specifici, anatomici e comportamentali si è giunti ad alcune conclusioni. Stando al sito di http://www.friskies.it/kitten/kitteneyeview.aspx sembrerebbe che i gatti vedono bene i colori Blu e Giallo, mentre non riescono a distinguere bene gli altri colori, se così fosse si spiega perchè il disegno di Akiyoshi Kitaoka sia proprio quello che la Molly abbia visto, ovvero un vero e proprio gioco ottico come avviene per noi umani.
A questo punto sarebbe interessante un confronto con un disegno simile ma con colori completamente diversi. Se l'illusione ottica è provocata anche da altri colori ciò proverebbe che i gatti vedono anche tutti gli altri colori? Oppure le illusiioni ottiche nei gatti possono essere date anche dal bianco e nero?
Ci sarebbe da scriverci libri sull'argomento...ed è quello di cui si occupa il Dipartimento di Psicologia, Università Ritsumeikan, Kyoto, del Giappone.
La news 17 del 14 Ottobre 2013 riporta il video di Molly come seconda prova che i gatti vedono le illusioni ottiche http://www.psy.ritsumei.ac.jp/~akitaoka/illnews17e.html.
 Perchè non approfondire?

giovedì 10 ottobre 2013

Optical Illusion




 Dopo aver letto un articolo scientifico dedicato alla  optical illusion con gli animali ho deciso di provare l'esperimento suggerito da  rasmusab (user You Tube) con la mia gatta Molly.
L'articolo dedicato a  rasmusab lo trovate a questo link: http://www.popsci.com/science/article/2013-03/cat-seeing-optical-illusion-video
Il disegno è di Akiyoshi Kitaoka  Professore giapponese, della Ritsumelkan University che trovate nel sito: http://www.ritsumei.ac.jp/~akitaoka/index-e.html
Nel video la risposta...

giovedì 29 marzo 2012

Mostra al Coffee O' Clock!

Mostra al Coffee O' Clock, con l'associazione fotografica Imago:  una comunità di intenti realizzata per emozionare e stimolare gli ospiti del locale con esposizioni fotografiche.
Un luogo dove l'arte, non è intesa come oggetto da museo bensì come duttile strumento capace di migliorare la vita quotidiana e simultaneamente offrire più intriganti prospettive sinergiche e stimolanti.
Si apre il sipario lunedi 26 marzo con un tema molto particolare il "Verde " , due serie di esposizioni 14 immagini cadauna di vari autori tutti soci dell'associazione fotografica Imago.

Ma non finisce quì, a seguire nei prossimi mesi i locali del Coffee O' Clock ospiteranno varie mostre pesonali dei soci Imago con il fine , di promuovere, valorizzare e diffondere la fotografia quale forma artistica di espressione.
Per chi volesse conoscere meglio l'associazione e il locale visiti i siti:

www.imagoarezzo.com
www.coffeeoclock.com

Vi invito inoltre a visitare la pagina: ARTISTA PER 1' del sito www.coffeeoclock.com
Un'interessante iniziativa legata ad immagini uniche ed originali!
Chi frequenta il locale Coffee O' Clock conosce il suo leggendario orologio, immagini digitali che minuto per minuto segnano lo scorrere del tempo: ogni fotografia proposta all'interno del locale visualizza un'orario diverso minuto per minuto. Immagini che potete visualizzare sia all'interno del locale che nel sito stesso.
Coffee O'clock nella sua iniziativa invita tutti gli autori a poter sostitutire le immagini attuali con delle proprie immagini ispirate a questo meccanismo. Per la partecipazione è necessaria all'accettazione di alcune condizioni descritte nel sito stesso, vi ivito per questo a visitare il sito e non solo, anche lo stesso locale  perchè è davvero particolare...gustando un buon caffè aromatico insieme agli amici!

domenica 18 marzo 2012

Un regalo!

Carissimi amici e simpatizzanti...è finalmete uscito il primo numero della rivista per i Nikonisti...!
....E soprattutto la prima rivista regalata da un Canonista...!
P.s: il mosso e la sfuocatura della foto è voluta! Se volete leggere la copertina andate in edicola!!! ;)